Fondazione Polojaz - Encounter and Listening 2018

 

Encounter and Listening 2018

 

La Fondazione Libero e Zora Polojaz organizza un seminario scientifico di psicoanalisi dal titolo

Incontro e Ascolto

 

Trieste, 17.11.2018

Presso il Narodni dom – IUSLIT Università di Trieste - Via F. Filzi n. 14

Incontro e ascolto sono due aspetti basilari nella vita delle persone, che si muovono in un contesto spazio-temporale. L’incontro introduce due caratteristiche opposte che lo connotano. L’etimologia della parola segnala che si tratta di andare verso qualcuno, ma anche contro. L’ascolto presuppone che si parli a e con qualcuno.

Sin dalle sue origini, la psicoanalisi ha messo in evidenza la centralità della talking cure, a cui ha fatto seguito l’approfondimento della dimensione intrapsichica, interpersonale e transsoggettiva. L’incontro, strutturato attraverso il setting, promuove un processo di esplorazione che coinvolge entrambi i partecipanti attraverso uno scambio di affetti e pensieri. Il seminario si prefigge di approfondire i diversi livelli implicati nell’incontro e nell’ascolto psicoanalitico.

Comitato scientifico: Andrea Braun, Paolo Fonda, Vlasta Polojaz (Membri della Società Psicoanalitica Italiana)

 

Programma

Chair: Gabor Szöny ( Ungheria )

9.30 – Vlasta Polojaz ( Italia ) “Introduzione al meeting”.

10.00 – Stefano Bolognini: “Encounter and Listening: on the neglected role of some basic interhuman functions”.

10.45 – Pausa caffè

11.15 – Antonius Stufkens: “Out of the depths of the soul: ways of communicating in the analytic encounter”.

12.00 – Primi commenti dei partecipanti.

12.30 – Pausa pranzo


Chair: Paola Golinelli ( Italia )

14.00 – Tavola rotonda su “L’esperienza dell’Ascolto in Bosnia Herzegovina”. Partecipano: Paolo Fonda ( Italia ), Sanja Borovečki Jakovljev e Stanislav Matačić (Croazia), Maja Dobranić (BiH).

15.30 – Pausa caffè

16.00 – Gruppi di lavoro.

18.00 – Discussione generale.

18.45 – Conclusioni.

 

Stefano Bolognini è membro ordinario con funzioni di training della Società Psicoanalitica Italiana, di cui è stato Segretario Scientifico e Presidente. Dal 2013 al 2017 egli è stato Presidente dell’International Psychoanalytical Association. E’ Honorary Member della New York Contemporary Freudian Society (NYCFS) e del Los Angeles Institute and Society for Psychoanalytic Studies (LAISPS) ed è Chair dell’IPA Encyclopedia Dictionary of Psychoanalysis. Tra i suoi numerosi lavori si segnalano i libri “Empatia” e “Passaggi segreti. Teoria e tecnica della relazione interpsichica”, tradotti e pubblicati in varie lingue.

Antonius Stufkens è membro ordinario con funzioni di training della Società Psicoanalitica Olandese, con una esperienza di oltre 40 anni e numerosi articoli di carattere clinico, pubblicazioni sugli aspetti teorici e sulla terapia analitica. Ha fatto parte del corpo docente del HGP Psychoanalytic Institute for Eastern Europe (PIEE) ed è stato direttore del Amsterdam Psychoanalytic Training Programme for Eastern Europe. Tuttora è impegnato in diversi comitati internazionali, tenendo conferenze e supervisioni in diverse nazioni.

I gruppi saranno guidati da: Andrea Braun (Italia), Andrea Gaddini (Italia), Ettore Jogan (Italia), Eduard Klain (Croazia), Gianina Micu (Romania), Cristina Saottini (Italia), Kitty Schmidt (Austria), Dimo Stantchev (Bulgaria), Jasminka Suljagić (Serbia).

 

La lingua ufficiale è l’Inglese. Sarà disponibile una traduzione in Italiano delle relazioni.

Il seminario è gratuito, ma la partecipazione è limitata.

Dopo quattro anni vi invitiamo nuovamente a Trieste, una città dal passato multiculturale e multietnico, per tessere degli incontri e degli ascolti che contribuiscano a costruire un mondo e una cultura psicoanalitica che serva come collante tra i paesi europei e soprattutto tra quelli del sudest.

 

Con il patrocinio di:

SPI - Società Psicoanalitica Italiana, Hrvatsko psihoanalitičko društvo, Centro Veneto di psicoanalisi, Slovensko društvo za psihoanalitično psihoterapijo.


Si ringrazia sentitamente lo sponsor Torrefazione PrimoAroma Trieste.


 

 

Da sinistra: S. Bolognini, A. Stufkens, S. Stuart (interprete), G. Szöny, N. Kravos (direttrice della Fondazione Libero and Zora Polojaz)


Ospiti e relatori durante la cena conclusiva.