Fondazione Polojaz - Chi erano Libero e Zora Polojaz?

 

Chi erano Libero e Zora Polojaz?

I coniugi Polojaz sono nati sotto l'Impero austroungarico in Istria, nella parte interna, a prevalente popolazione croata. Zora e Libero Polojaz; foto Cerretti - TSDopo il matrimonio hanno vissuto per diversi anni a Postojna (Postumia grotte, Slovenia) dove hanno sviluppato una fiorente attività commerciale. In questo luogo di confine hanno così avuto modo di apprezzare la cultura e la società slovena e nel contempo la realtà italiana, nei suoi aspetti positivi - di cultura, creatività e imprenditorialità, ma anche nei molti aspetti negativi di allora, avendo vissuto l'incubo del ventennio fascista, che li ha costretti a conoscere la prigione, solo perché legati alle proprie origini e refrattari a sottoporsi al nazionalismo vigente e distruttivo. Nonostante tutto però non si sono mai lasciati sopraffare da queste esperienze negative riuscendo a salvaguardare i vissuti buoni, legati ai rapporti con la gente, dalla brutalità e dalla violenza del regime; non hanno permesso, per così dire, che con l'acqua sporca scomparisse anche il bambino.

Dopo la seconda guerra mondiale si sono trasferiti a Trieste, realizzando un antico progetto. Libero Polojaz ha potuto qui continuare a sviluppare Zora e Libero Polojaz con le figliele proprie capacità imprenditoriali, garantendo sempre, assieme alla moglie Zora, un notevole sostegno economico a molte organizzazioni di beneficienza, alle iniziative legate alla scuola, alle attività culturali e ricreative, soprattutto se dirette ai minori e alla comunità slovena. Queste iniziative dovevano rispondere alla prerogativa di non avere una coloritura politica estremista, di essere non solo rispettose degli altri gruppi etnici presenti sul territorio, ma di risultare possibilmente coinvolgenti e cointeressanti anche le altre etnie, secondo il principio che per poter veramente convivere bisogna innanzitutto conoscersi.